Domande sull’esame


Non dimenticarti di iscriverti alla nostra newsletter per essere sempre informato sul diploma e sui contenuti gratuiti del sito! Puoi iscriverti su questa pagina in alto (sotto la foto del titolo).

Il manuale di privatisti.com

Finalmente è arrivato Manuale del Privatista per Dirigente di Comunità, con tutto quello che devi sapere per intraprendere questa avventura! Clicca qui per saperne di più

Per diplomarsi bisogna studiare!

Prima di rispondere alle domande più frequenti mettiamo subito in chiaro le cose: i consigli che leggerete in questo blog sono frutto della nostra esperienza e come tali non possono essere considerati validi per tutti. In altre parole: quello che è scritto qui non è Vangelo e in nessun modo ci riteniamo responsabili dell’esito del vostro esame. Possiamo solo garantirvi che il materiale che vendiamo è sufficiente per preparare il vostro esame come privatisti (sono le dispense riassuntive che abbiamo utilizzato noi per diplomarci e in più le abbiamo anche migliorate), ma il materiale bisogna leggerlo!

Detto ciò bisogna capire un’altra cosa: per fare un Esame di Stato bisogna studiare! E’ inutile acquistare le dispense e una tesina “fatta bene” due settimane prima e poi pretendere di passarla liscia. I privatisti vengono bocciati proprio per questo motivo e non, come si vuole far credere in giro, perchè i professori sono “cattivi”. Nessuno è lì per bocciarvi, i professori sono persone serie e la maggior parte delle volte molto disponibili, ma nessuno vi regalerà nulla.

Per ultimo, dato che ogni anno ci sono delle novità (novità che d’altronde cambiano da regione a regione e talvolta da provincia a provincia), vi consigliamo di leggere la pagina delle news e, se avete già il nostro materiale, di visitare la pagina protetta da password (se la avete persa potete richiederla tramite e-mail).

Come si svolge l’esame orale preliminare (idoneità dal I al V)?

Risponde: Veronica Navarra

Ci sono stati diversi cambiamenti nell’ultimo anno, quindi parlerò dell’esperienza dei miei ragazzi e non della mia. In poche parole, adesso il V si fa due volte, vale a dire anche nella prova di idoneità (di solito a maggio).

Non spaventatevi ma mettetevi l’anima in pace: l’idoneità dura circa 4 ore, vale a dire circa 20 minuti per materia (quindi non è grave come sembra) e di solito si svolge in questo modo:

– Non c’è commissione, ogni insegnante ha la sua scrivania e l’allievo si siede di fronte a lui e inizia a parlare.

– Di solito l’allievo inizia con l’argomento da lui portato (bisogna portare almeno due argomenti studiati in maniera approfondita).

– L’allievo viene interrotto con qualche domanda sull’argomento.

– Viene fatta qualche domanda su un altro argomento del programma.

– Fine della storia.

La procedura è uguale per ogni materia. Circa 20 minuti a materia. Nella maggior parte delle scuole non è prevista la prova scritta, ma ci sono delle eccezioni. Domandate sempre.

Come si svolge l’esame di maturità?

- Giorno 1 prova scritta d’italiano

– Giorno 2 prova scritta a sorteggio (nel 2012 per Dirigente di Comunità è uscita lingua)

– Giorno 3 un quiz a risposta multipla

Quanto dura la prova orale e quando si svolge?

Si svolge circa 12 giorni dopo gli scritti. La mia prova è durata circa 30 minuti perché ho portato la tesina.

Perché è importante la tesina?

La tesina è fondamentale e direi che rappresenta il 50% dell’esame e questo ha una spiegazione logica: se la prova orale dura 30 minuti, e tu ne perdi 10 discutendo di qualcosa che sai a memoria (vale a dire la tesina), ti restano soltanto 15 minuti di domande. Inoltre fai la tua bella figura perché si suppone che chi presenta la tesina ha studiato davvero.

Come devo fare la tesina?

Come ti pare (e se non hai tempo puoi acquistarla da noi). Requisito  fondamentale è che parlino di argomenti trattati nel corso degli anni di studio. Non c’è bisogno che gli argomenti siano collegati fra loro, ma aiuta molto.

Quando e a chi devo consegnarla?

Devi consegnarla circa 15 giorni prima dell’esame alla professoressa di italiano.

Per la prova scritta è meglio sedersi davanti o dietro?

Questo dipende da te. Personalmente mi sono seduta davanti (ero l’unica). Avevo studiato e presentato una bellissima tesina (quella sull’Unità d’Italia che attualmente è in vendita) quindi ero sicura che avrei fatto una figura più che decente. Il problema è il fatto che dietro c’è troppa confusione: la gente parla, tentano di copiare, c’è anche che utilizza il cellulare… Avanti invece è molto tranquillo. Quindi, se sei una persona che tende a distrarsi con facilità meglio che ti sieda davanti.

Ma è difficile l’esame?

Se studi no.

Cosa mi consigli per essere simpatica ai professori?

Molta umiltà. Se sei una che lavora tutto il giorno, parla con loro  e spiega la tua situazione, piuttosto che voler fare una bella impressione il giorno dell’esame. Fai capire i tuoi limiti, non avere paura di sbagliare. Di solito i professori apprezzano molto le persone che studiano e lavorano e talvolta chiudono anche un occhio in loro favore.

Quali sono le materie più importanti?

Psicopedagogia, igiene, economia domestica, italiano, inglese, esercitazioni.

Quali sono le materie meno importanti?

Con  “meno importanti” intendo dire che se sbagli qualcosa possono chiudere un occhio ma in nessun modo che non devi studiare. Secondo me sono: musica, statistica, sociologia, diritto, contabilità, chimica, fisica.

Ho bisogno di aiuto!

Visita la pagina dedicata alle lezioni on line qui, oppure acquista il materiale che ti serve qui.


Bookmark the permalink.

Comments are closed